Molte aziende a Milano hanno bisogno di consulenza SEO per ottimizzare il proprio sito al fine di essere meglio indicizzato sui motori di ricerca ed ottenere Lead Qualificati.
Ecco che entra in gioco il Consulente Seo.

Ci sono molti modi di prestare il servizio consulenza SEO, anche se solitamente i principali problemi di strutture medio grandi sono sulla SEO onsite. La SEO on site spesso viene trascurata, o non ottimizzata a dovere e questo comporta una perdita lead provenienti dalla ricerca naturale.

Obiettivi SEO e Keyword Strategy

Una consulenza SEO dovrebbe iniziare dagli obiettivi aziendali e una selezione approfondita delle keywords (keywords strategy), tenendo conto soprattutto delle nicchie, più performanti e meno costose.

Information Architecture, Semantica html, Ottimizzazione Pagine

Poi il consulente SEO dovrebbe passare alla analisi della semantica costruttiva del sito a livello html per poi dedicarsi successivamente all’architettura del sito e dei contenuti. L’ information architecture è fondamentale per la riuscita di una strategia SEO e per il successo della campagna. Una distribuzione errata dei contenuti o la mancanza di pagine dedicate al prodotto o al servizio che l’utente realmente ricerca sul web potrebbe vanificare qualsiasi sforzo successivo. Le pagine principali dovrebbero essere ricche di contenuti cosi da essere esaustive per i clienti e spingerli all’azione. Per questo motivo si tende oggi a costruirle come landing page.

Architettura dei contenuti – SEO in Pagina – Semantica Html

Architettura dei contenuti – SEO in Pagina – Semantica Html

Titoli – Meta e Url

Una volta analizzata l’architettura del sito ed eventualmente corretta o integrata, devono essere curati Titolo, Description, e url. Questi all’unisono possono migliorare sensibilmente la SEO onsite e raggiungere un posizionamento altrimenti insperato. Il consulente SEO quindi deve conoscere anche la UX in modo da saper migliorare le performance del sito o dell’ecommerce sia dal punto di vista funzionale che dal punto di vista logico. Anche la creatività può essere d’aiuto in questa fase cosi da chiudere il cerchio e migliorare la brand reputation e la call to action.

Revisione dei contenuti SEO

La fase successiva della consulenza SEO è quella della revisione dei contenuti in collaborazione con il copy, cosi da ottimizzare le pagine in  funzione della strategia SEO. Il contenuto deve essere naturale, e l’utente deve trovarvi all’interno tutte le informazioni che stava cercando. E’ per questo motivo che le pagine devono essere costruite per il tuo target, in modo da incrementare il tempo di permanenza e diminuire la frequenza di rimbalzo del sito internet.

Le pagine web riviste da un consulente SEO, sono ben indicizzate, molto attrattive e favoriscono le conversioni.

Per renderle le pagine tali incremento le dimensioni del contenuto in modo da renderlo più coinvolgente cosi da evitare che l’utente esegua una nuova ricerca per trovare più informazioni. Un contenuto interessante solitamente attira link naturali, diventa quindi necessario anche per la link building avere un sito ottimizzato a dovere.

Monitoraggio e ottimizzazione ricorsiva

La fase di monitoraggio e ottimizzazione ricorsiva deve durare almeno 6 mesi – 1 anno, tempo necessario perché il sito web o l’ecommerce inizi a ottenere risultati importanti e conversioni. Solitamente viene restituito al cliente ogni mese (monitoraggio) un report sull’andamento della campagna SEO per le keywords principali, ma notoriamente vengono aggiunte anche quelle che in corso d’opera sono diventante performanti. La SEO notoriamente è fluida non statica.

La Link building si basa sull’attrarre link, o proporli tramite guest post o redazionali, nonché digital PR, con il duplice effetto, incrementare la link reputation e la brand awareness. Il consulente SEO di Milano dovrebbe inoltre interfacciarsi con il reparto che si occupa di comunicati stampa o digital pr in modo da ottimizzarli e trarre benficio anche da essi. (a Milano molte medie e grandi imprese si appoggiano a società specializzate in digital pr)

Durante il monitoraggio il consulente SEO, può richiedere alcuni interventi on-site in funzione dell’andamento della campagna. L’introduzione di nuovi competitors o eventi particolari infatti possono portare variazioni nelle serp e nelle tendenze di ricerca.

Conclusioni

Dopo i primi 3 mesi dall’inizio della campagna SEO, si iniziano a vedere i primi risultati, anche se per ottenere prestazioni di livello occorre attendere in media, almeno 6 mesi / 1 anno.

 

consulente SEO

Riassumendo:

Punti chiave di una consulenza SEO

  1. Analisi degli obiettivi aziendali

  2. Analisi SEO dei competitors

  3. Analisi e ricerca delle keywords

  4. Analisi dell’architettura del sito e delle pagine principali e secondarie

  5. Analisi seo della semantica html

  6. Strategia seo onsite

  7. Analisi della link reputation

  8. Analisi della link reputation dei competitors

  9. Strategia di link reputation

  10. Monitoraggio andamento campagna SEO proattivo

Servizi supplementari associati ad una consulenza SEO

  1. definizione e implementazione piano kpi analytics
  2. monitoraggio heatmap – video comportamentali
  3. revisione delle pagine di atterraggio in chiave CRO e User eXperience
  4. ottimizzazione per la conversion rate per le pagine principali
  5. piano editoriale per il content marketing
  6. revisione dei flussi di navigazione

 

Scegliere un consulente SEO esperto a Milano vuol dire tenere presente tutti questi servizi e capire se la persona è in grado di erogarli.
Non esitare, richiedi un preventivo senza impegno per una cosulenza SEO efficace: Si voglio un preventivo SEO.

 

 

 


 

Non hai cliccato!

Voglio sottoporti alcune brevi domande, le più comuni, che mi vengono poste.

a. Il mio sito non ottiene risultati, eppure ho già investito nella SEO. Come posso fare?

La SEO non è matematica, è un mix tra scienza ed arte, ci vuole esperienza e molta sperimentazione per rimanere al passo con i tempi.
Se hai già provato a fare SEO ma non hai ottenuto risultati, sicuramente qualcosa non è andato nella giusta direzione. In questo articolo spiego in maniera discorsiva quali possono essere le cause di una campagna SEO che non rende. A questo punto però ti occorre un riferimento, l’aiuto di un consulente SEO esperto, e al quale puoi dare fiducia. Un professionista con più di 10 anni di esperienza che analizzi in modo corretto quali siano le gli impedimenti che non permettono al tuo sito web di posizionarsi e raggiungere risultati concreti.

b. Ho un sito nuovo e poco budget, posso ugualmente investire nella SEO e ottenere dei risultati?

Non ho la sfera di cristallo, prima di tutto devo analizzare il tuo business, la tua nicchia, capire quali sono i tuoi competitors e fare un SEO AUDIT per verificare che il tuo sito sia effettivamente in grado di proporsi ai motori di ricerca nella maniera più adeguata e performante. Se non hai una keywords strategy, e non hai pensato nel momento dello sviluppo del sito web di farti aiutare da un Esperto SEO devi tenere in considerazione la possibilità di rivedere anche in maniera minimale, navigazione, contenuti, titoli e meta. Ma solo dopo un attenta analisi e la consultazione dei dati, sono in grado di fornirti tutti gli strumenti perchè il tuo sito inizi a salire nelle serp più in target e meno costose.

c. Sto per costruire un nuovo sito web, ed ho già una web agency che si occupa di SEO. Come posso capire se effettivamente potrò ottenere benefici in termini di business?

Ci sono alcune web agency che hanno al suo interno dei seo specialist in gamba e riescono a sfornare siti abbastanza performanti. Il più delle volte purtroppo i risultati non sono quelli previsti o immaginati. Alcune aziende si affidano a esterni, con poca esperienza, perchè al loro interno non hanno le competenze per capire il livello dei loro interlocutori. Inoltre anche nel caso di bravi SEO specialist, tutto dipende da quanto l’agenzia SEO prevede di ricavare dal suo operato e di conseguenza non può dedicarsi ai progetti come vorrebbe ma deve rispettare gli slot di tempo previsti. Inoltre accade sempre più spesso che il frazionamento eccessivo dei ruoli porti a un lavoro eseguito a compartimenti stagni, senza nessuno che realmente ha il polso della situazione a 360°, perdendo cosi di vista la strategia che nella SEO deve essere omnicomprensiva.
Ad ogni modo per verificare che almeno ci siano i presupposti perchè la web agency si occupi veramente di SEO devi controllare che: sia ben posizionata almeno per 3 keywords importanti, con un buon numero di impression senza l’uso esclusivo di link provenienti da crediti. Prima di inziare qualsiasi altra lavorazione ti dovrebbe fare un analisi del tuo business online e dei competitors. Ti presenti una keywords strategy (senza la quale è impossibile passare agli step successivi). Ti fornisca documentazione scritta, una SEO AUDIT, o un documento strategico di SEO onsite. Crei degli obiettivi con una scadenza temporale. Conosca almeno cosa è un ottimizzazione LSI, e il Crowl budget. TI fornisca almeno 2 esempi anche non citando i brand di casi di successo.

d. Il mio sito è in prima pagina per molte keywords performanti, ma da circa 6 mesi non riesce ad ottenere miglioramenti pur avendo aumentato gli investimenti. Cosa posso fare?

Sei mesi sono un buon periodo per testare l’efficacia di un incremento negli investimenti SEO, ma possono non bastare. Quando un sito è già molto popolare e riceve molte visite senza interruzioni, occorre procedere con cautela, analizzare bene i dati, e studiare una nuova strategia. Aumentare gli investimenti, senza capire come distribuirli all’interno delle varie attività SEO non è una soluzione efficace. Ti occorre innanzi tutto fare una SEO AUDIT, andare nel dettaglio ed approfondire ogni punto di debolezza e di forza sia onsite che offsite. Dopo è possibile creare un progetto che ti consenta una ripresa della screscita, senza rischiare di perdere i posizionamenti acqusiti. In questo caso, ma è sempre cosi nella SEO, non c’è una soluzione che va bene per tutti, occorrono analisi, determinazione, passione e tempo. Quando il tuo sito torna a salire nei volumi e nelle conversioni con un trend positivo di almeno 1 mese, ti consiglio di effettuare un moniotoraggio costante e proattivo. Questo vuol dire ottimizzazione ricorsiva, test, e sperimentazione controllata fino al raggiungimento di nuovi traguardi.

e. Il mio e-commerce riesce a sostenersi, ma non ha ancora iniziato a generare le conversioni previste nel business plan. Come si può intervenire?

Molte volte nei business plan, ma anche i piani strategici e di marketing, si mettono budget che vengono calcolati su fattori che non sono costanti, oppure peggio poco reali. Questo accade nella SEO cosi come per le campagne a pagamento. Il fatto è dovuto in parte agli strumenti di anailsi che restituiscono dei dati calcolati su previsioni rispetto agli andamenti precedenti, senza considerare i possibili movimenti dei competitors o l’entrata nuovi attori con badget superiori al tuo. Nel lungo periodo possono verificarsi anche cambiamenti nelle abitudini di ricerca degli utenti target dovuti a fattori evolutivi, temporali, tecnologici ecc. Detto questo, una volta che un attività inzia a generare profitto, è bello e utile cercare di migliorarne il rendimento. Percui valuto subito le tue aspettative in funzione del budget (analisi del business), per poi passare ad una SEO AUDIT. Quando le cause del mancato raggiungimento degli obiettivi sono chiare, posso intervenire in maniera decisa cosi da recuperare il gap.

 

Non esitare, anche se il tuo caso è diverso da questi estratti
richiedi un preventivo senza impegno


Campagna SEO
: Si voglio un preventivo


SEO AUDIT
: OK ho bisogno di intervenire